Sviluppo delle competenze linguistiche e internazionalizzazione

Assistenti di lingua

Dalla pagina dell'Indire

Sono aperte le selezioni per le scuole che desiderano ospitare un assistente di lingua straniera per l’anno scolastico 2022/23.

L’assistente di lingua è un giovane laureato o studente universitario straniero che per un anno scolastico (da 6 mesi fino a un massimo di 8, per 12 ore settimanali) collabora con il docente di lingua o di altre materie insegnate in lingua straniera. Rappresenta una risorsa preziosa per l’insegnamento della lingua parlata e della cultura del Paese di provenienza e la sua presenza in classe può dare un valore aggiunto alla didattica ed essere un’utile esperienza di scambio per docenti e alunni.

Nella circolare del Ministero dell’Istruzione sono indicati la distribuzione dei posti per regione, le regole del programma e i requisiti richiesti alle scuole per poter ricevere un assistente. Fra i criteri di selezione, la presenza di collegamenti alla rete di trasporto pubblico, la vicinanza a sedi universitarie, la possibilità di offrire all’assistente servizi aggiuntivi come alloggio e mensa, la valorizzazione della lingua straniera nell’offerta formativa (sperimentazione CLIL, scambi e gemellaggi, partenariati europei).

di Olivia BrunoDavide Santonicola

Dal sito dell'Indire

C’è tempo fino a martedì 1 marzo per candidarsi come assistente di lingua italiana all’estero nell’a.s. 2022-23.

È stato infatti prorogato il termine dell’avviso di selezione dei candidati che, per un intero anno scolastico, avranno l’opportunità di affiancare i docenti di lingua italiana in istituti scolastici europei allo scopo di contribuire alla promozione e alla conoscenza della lingua e della cultura italiane.

Per partecipare sono necessari alcuni requisiti, fra cui un’età inferiore ai 30 anni, la cittadinanza italiana, europea o extra-europea (ma con comprovata conoscenza della lingua italiana) e il possesso di una laurea specialistica/magistrale conseguita nelle materie e nell’arco di tempo indicati nell’avviso.

I candidati dovranno inoltre aver sostenuto almeno due esami relativi a lingua, letteratura o linguistica del Paese per il quale presentano la domanda e non essere già stati assistenti di lingua italiana all’estero su incarico del Ministero dell’Istruzione.

Agli assistenti sarà riconosciuta una borsa di studio di importo variabile a seconda del Paese ospitante. L’attività copre un periodo di circa otto mesi e comporta un impegno di circa 12 ore settimanali.

I Paesi che aderiscono al Programma sono sette: Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Regno Unito e Spagna. È possibile candidarsi per un solo Paese ed esprimere tre preferenze sulle città di destinazione.

La scadenza per l’invio delle domande è fissata a martedì 1 marzo alle ore 23.59.

Per informazioni è possibile inviare un’email all’indirizzo assistentilingue.italiani@istruzione.it oppure telefonare ai numeri 055 2380 756 / 713 (da martedì a giovedì dalle 10.30 alle 12.30. Mercoledì anche dalle 15 alle 16).